Tu sei qui

20 Settori per 1 Progetto


Formazione Finanziata


Come lavoro


Auto-Intervista

Finalità

I Settori in un progetto rappresentano le aree di mercato, ma anche le tipologie di macro-argomentazioni intraprese dall'attivazione del progetto al fine di generare opportunità per lo sviluppo aziendale. Sostanzialmente il Settore è "il mezzo di trasporto" da utilizzare.

Quanti sono i Settori da poter intreprendere in un progetto per generare opportunità di sviluppo per la propria azienda facendo azione sulla Formazione Aziendale?

  1. Aziende in Difficoltà & Aree Depresse
  2. Energie Rinnovabili & Risparmio
  3. Responsabilità Sociale d'Impresa
  4. Stress Lavorativo Correlato
  5. Ambiente e Sostenibilità
  6. Sostegno Occupazione
  7. Sicurezza & Qualità
  8. Infanzia & Anzianità
  9. Design Industriale
  10. Conciliazione
  11. Brevetti
  12. Ricerca Scientifica
  13. Nuova Imprenditoria
  14. Commercio-Elettronico
  15. Economia Interculturale
  16. Innovazione Tecnologica
  17. Cultura & Beni Culturali
  18. Sviluppo Crescita Sostenibile
  19. Diversamente Abili & Diritti Umani
  20. Raccolta Fondi (Cause Related Marketing)

01 - Aziende in Difficoltà & Aree Depresse

Per Aziende in Difficoltà non si fa riferimento a quella fase "terminale" in cui le aziende tentano di salvarsi da uno stato permanente ed avanzato di indebitamento con fornitori e istituzioni. Si fa riferimento ad una fase preliminare di "sofferenza" non cronica, che dovrebbe servire all'imprenditore come segnale di urgente necessità di riorganizzazione strategica e strutturale della propria azienda:

  • Perdita di mercato e di competitività.
  • Difficoltà finanziare di credito e di liquidità.
  • Per Aree Depresse non si fa riferimento solo all'area del "Mezzogiorno", ma a tutte quelle aziende colpite da incombenze infrastrutturali e non solo congiunturali causate non solo dal territorio. Si fa riferimento anche a cause "accidentali":

  • Aree terremotate.
  • Aree alluvionate.
  • ecc.
  • Esempio - Apertura di una nuova azienda in Basilicata o in Puglia. Piano di rilancio di un'azienda esistente nel territorio di Aquila.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori abbinati alle Aziende in Difficoltà & Aree Depresse all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, facendo rete in un gruppo omogeneo.

    Torna SU

    02 - Energie Rinnovabili & Risparmio

    Per Energie Rinnovabili s'intendono tutte quelle iniziative di progetto dedicate allo sviluppo e utilizzo di energie alternative a minor impatto ambientale, mentre con Risparmio si fa maggior riferimento alla sostenibilità dell'uso delle risorse, facendo riferimento in particolare agli aspetti economici.

  • BioGas - BioMetano - Alge.
  • Coogerazione Geotermicamente Assistita.
  • Solare Termico Geoassistito.
  • Esempio - Creare una rete di imprese fnializzate a produrre e condividere una produzione di energia per i propri insediamenti produttivi.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori abbinati alle Energie Rinnovabili & Risparmio all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, facendo rete in un gruppo omogeneo al fine di abbattere i costi energetici.

    Torna SU

    03 - Responsabilità Sociale d'Impresa

    "La Responsabilità Sociale d'Impresa (nella letteratura anglosassone corporate social responsibility, CSR) è, nel gergo economico e finanziario, l'ambito riguardante le implicazioni di natura etica all'interno della visione strategica d'impresa: è una manifestazione della volontà delle grandi, piccole e medie imprese di gestire efficacemente le problematiche d'impatto sociale ed etico al loro interno e nelle zone di attività. - Wikipedia.org"

    Sono stati realizzati e riconosciuti a livello internazionale diversi standard in grado di strutturare gli interventi di "Responsabilità sociale d'impresa" nelle aziende di qualsiasi dimensione e tipologia:

  • Standard SA 8000: costituito dalla Social Accountability International (SAI), è lo standard più diffuso a livello mondiale per la responsabilità sociale di un'azienda ed è applicabile ad aziende di qualsiasi settore. Questi i requisiti principali:
    • escludere il lavoro minorile ed il lavoro forzato
    • il riconoscimento di orari di lavoro non contrari alla legge
    • corrispondere una retribuzione dignitosa per il lavoratore
    • garantire la libertà di associazionismo sindacale
    • garantire il diritto dei lavoratori di essere tutelati dalla contrattazione collettiva
    • garantire la sicurezza sul luogo di lavoro
    • garantire la salubrità del luogo di lavoro
    • impedire qualsiasi discriminazione basata su sesso, razza, orientiamento politico, sessuale, religioso
  • Standard AA 1000: creato dalla ISEA (Institute of Social and Ethical Accountability), è uno standard di processo elaborato per valutare i risultati delle imprese nel campo dell'investimento etico e sociale e dello sviluppo sostenibile.
  • Standard ISO 26000: definito gruppo ISO, con la collaborazione dei rappresentanti di ben sei categorie di stakeholders: imprese, governi, lavoratori, consumatori, organizzazioni non governative e altri.
  • Esempio - Progettare un nuovo modello organizzativo da integrare con quello Marketing & Comunication al fine aumentare la soddisfazione del cliente e la sua fiducia (da applicare anche nella sfera fornitori e collaboratori), garantendo un'immagine dell'azienda coerente con ciò che realmente vuole essere ed apparire.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori abbinati alle Responsabilità Sociale d'Impresa all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, integrando nel piano marketing & comunication i ritorni dei valori generati.

    Torna SU

    04 - Stress Lavorativo Correlato

    "Lo stress lavoro correlato (Decreto Legislativo 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) può essere definito come la percezione di squilibrio avvertita dal lavoratore quando le richieste dell’ambiente lavorative eccedono le capacità individuali per fronteggiare tali richieste. - Wikipedia.org"

    "Il termine stress è utilizzato per descrivere la particolare interazione che intercorre tra l'organismo e l'ambiente nel momento in cui le richieste ambientali vengono percepite dall'uomo come eccessive, mettendo così a rischio il suo benessere individuale. - Richard Lazarus, Wikipedia.org"

    "Nell'ambito del lavoro tale squilibrio si può verificare quando il lavoratore non si sente in grado di corrispondere alle richieste lavorative. Tuttavia non tutte le manifestazioni di stress sul lavoro possono essere considerate come stress lavoro-correlato.

    "Lo stress lavoro-correlato è quello causato da vari fattori propri del contesto e del contenuto del lavoro. - Wikipedia.org"

    "Lo stress legato all'attività lavorativa rappresenta uno dei nodi principali con cui l'Europa deve misurarsi in tema di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Questa condizione interessa quasi un lavoratore su quattro e secondo gli studi effettuati pare che una percentuale compresa tra il 50% e il 60% di tutte le giornate lavorative perse è dovuta allo stress. Ciò comporta costi enormi in termini di disagio personale oltre al rischio di influenze negative sul risultato economico di un'organizzazione. - Wikipedia.org"

    Le conseguenze sul lavoratore quale membro dell'organizzazione sono le seguenti: - (Wikipedia.org)

    A livello individuale:

  • Atteggiamenti negativi verso i clienti/utenti
  • Atteggiamenti negativi verso se stessi
  • Atteggiamenti negativi verso il lavoro
  • Atteggiamenti negativi verso la vita
  • Calo della soddisfazione lavorativa
  • Calo dell'impegno verso l'organizzazione
  • Riduzione della qualità della vita personale
  • Peggioramento dello stato di salute
  • A livello organizzativo:

  • Aumento dell'assenteismo
  • Aumento del turnover
  • Calo della performance
  • Calo della qualità del servizio
  • Calo della soddisfazione lavorativa
  • Nel momento in cui l'individuo non riesca a fronteggiare queste situazioni, le risposte da stress possono manifestarsi a livello: - (Wikipedia.org)

  • Fisiologico: lo stress innesca reazioni a livello del sistema nervoso autonomo e del sistema ormonale, perciò si potrebbero avere ripercussioni a livello cardiovascolare (accelerazione del battito cardiaco), respiratorio (aumento della frequenza respiratoria), muscolo-scheletrico (ipertonia) e a livello del sistema immunitario (la produzione di adrenalina e cortisolo e corticosterone inibiscono la produzione di globuli bianchi).
  • Psicologico: i principali effetti dello stress riguardano il manifestarsi di stati emotivi negativi, quali rabbia, ansia, irritabilità e sintomi di depressione. Dal punto di vista cognitivo, invece, si riscontrano calo dell'autostima e del senso di autoefficacia, diminuzione dell'attenzione (con conseguente innalzamento della probabilità di errori e incidenti) e percezione di ostilità da parte del sistema sociale dell'individuo. Infine, dal punto di vista comportamentale, si osservano cali delle prestazioni (sia in termini quantitativi che qualitativi) e una maggiore inclinazione alla dipendenza da alcol e sigarette.
  • Esempio - Progettare un nuovo modello organizzativo e produttivo integrando nuove funzionalità tra i diversi generi (addetti maschili e femminili), le esigenze di condivisione del tempo privato (compreso quello familiare) e lavorativo, e soprattutto gli obiettivi richiesti dall'azienda con quelli di ogni singola persona.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori abbinati alle Stress Lavorativo Correlato all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come già presente ed inevitabile, quindi da trasformare con un'azione di capitalizzazione dei valori.

    Torna SU

    05 - Ambiente e Sostenibilità

    Occuparsi di Ambiente e Sostenibilità significa non avere impatto sull'ambiente che ci circonda per lo sviluppo delle attività di tutti gli esseri umani, questo è diventato il vero unico grande motivo di vita, di almeno tutti gli uomini sensibili e consapevoli all'soppravvivenza della propria specie su questo pianeta per i nostri posteri.

    La sostenibilità è la caratteristica di un processo o di uno stato che può essere mantenuto ad un certo livello indefinitamente.

    Per indicatori di sostenibilità ambientale e indicatori ambientali si intendono dati e parametri utili alla valutazione qualitativa o quantitativa delle condizioni ambientali e socio-economici di un sistema. In particolare gli indicatori ambientali sono parametri rilevabili che mostrano le condizioni di un sistema ambientale; gli indicatori di sostenibilità sono indicatori ambientali particolari che aiutano a comprendere se le condizioni ambientali rientrano in determinate aspettative e soddisfano gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

    Gli indicatori comunemente utilizzati ai fini delle valutazioni di sostenibilità sono:

  • indicatori fisici, dotati di unità di misura e che esprimono i livelli delle variabili individuate come significative (emissioni di CO2);
  • indicatori multidimensionali, o indici, costituiti da aggregazione di indicatori e dati dello stesso tipo o di tipi diversi.
  • Esempio - Progettare modelli economici rispettosi dell'impatto delle proprie attività in grado di produrre risultati migliori a sotto il profilo finanziario ed economico e a impatto nullo. Anche questo da integrare nel piano Marketing & Comunication.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori abbinati alle Ambiente e Sostenibilità all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come uno dei maggiori punti di interesse di tutte le azioni di supporto alle attività imprenditoriali, sia a livello nazione, europeo e internazionale.

    Torna SU

    06 - Sostegno Occupazione

    Il Sostegno Occupazione riguarda qualsiasi iniziativa che abbia impatto specificatamente sull'occupazione in termini di risorse umane impiegate in attività produttive o professionali, può rientrare in questa categoria di settore progettuale.

    Si possono identificare a questo settore delle sotto-categorie progettuale:

  • Primo Impiego - Apprendisti
  • Primo Impiego - Stage, Tirocini, Praticantati
  • Cassa Integrazione Guadagni o Speciale o Mobilità
  • Esempio - Creazione di nuovi posti di lavoro non solo come assunzione a tempo indeterminato, ma anche come riposizionamento delle risorse presso altre organizzazioni.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Sostegno Occupazione all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come uno dei maggiori punti di interesse di tutte le azioni di supporto alle attività imprenditoriali, in particolare nei periodi di crisi, sia a livello nazione, europeo e internazionale.

    Torna SU

    07 - Sicurezza & Qualità

    La Sicurezza finalmente è diventata un settore di specializzazione obbligatorio negli ambienti di lavoro. La strada è ancora lunga ma il tragitto è tracciato ed iniziato nelle aziende.

    La Qualità al contrario non è ancora diventata un fattore determinante, quindi un settore di specializzazione inevitabile nei progetti imprenditoriali. La qualità come la formazione non essendo gestita in modo consapevole e integrato, rimane solo un costo e non un investimento ad alto valore aggiunto.

    La Qualità trova maggiormente il suo impiego nelle seguenti aree aziendali:

  • Ricerca & Sviluppo
  • Produzione
  • Servizi
  • Esempio - Pensare le sostituzioni di attrezzature, strumenti e impianti, ma anche le riorganizzazioni di ambienti di lavoro in termini di maggior valore di sicurezza integrata, o minor incedenza di rischio correlato, diretto ed indiretto.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Sicurezza & Qualità all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come irrinunciabile in qualsiasi tipologia di attività imprenditoriale.

    Torna SU

    08 - Infanzia & Anzianità

    Se l'Infanzia dorebbe essere l'inizio dell'anello virtuoso su cui un'azienda tramite i propri progetti possa concretamente sviluppare la propria azienda, l'Anzianità dovrebbe rappresentarne la fine di questo ipotetico cerchi magico dell valore integrato in azienda.

    Alcune leggi che ne garantiscono l'applicazione nei progetti:

  • Legge finanziaria 2002, art.70 legge 28.12.2001, n.448.
  • Legge 8 novembre 2000, n.328 “legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali
  • Esempio - Tramite il Fondo di rotazione per il finanziamento in favore dei datori di lavoro che realizzino nei luoghi di lavoro servizi di asili nido e micro-nidi: bonificare una parte dell'immobile, aumentare il grado di soddisfazione del personale e delle famiglie, diminuire le assenze e le disfuzioni operative.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Infanzia & Anzianità all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come irrinunciabile in qualsiasi tipologia di attività imprenditoriale.

    Torna SU

    09 - Design Industriale

    Il Design è intorno a noi ovunque, è parte di ogni oggetto fisico, ed ormai ha già conquistato il primato anche negli oggetti virtuali del grande mondo online. Significa non solo estetica, ma soparttutto funzionalità, forma, costi, qualità, sicurezza e soprattutto cultura, quindi storia dell'uomo, e non per ultimo, sottolinea le grandi linee della nostra sfera sociale, economica e politica.

    Tutto questo comporta una considerazione globale evidente e strategica: il Design non è più qualcosa riservato ai soli attori del settore.

  • Mondo Web e tecnologico.
  • Il Design oltre ai soliti ambienti di primaria importanza (mobili, edilizia, produzioni industriali e di serie) è presente in questi ambienti progettuali e produttivi:

  • Produzioni altamente personalizzate.
  • Produzioni manuali, dove ogni pezzo è differente da tutti gli altri.
  • Esempio - Massimizzare lo stile, la funzionalità, l'estetica, la sicurezza, la tecnologia e la cultura in attiivtà riferite a prodotti o servizi non direttamente correlati alla produzione in serie di tipo industriale, al fine di acquisire un valore riconosciuto esternamente dal mercato e aggiungerlo alla propria precedente situazione solitamente coerente agli standard di settore.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori di Design all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati.

    Torna SU

    10 - Conciliazione

    Il settore della Conciliazione si interessa di "armonizzare" principalmente il gravoso ed inevitabile rapporto tra "mondo del lavoro" e "mondo della vita privata".

    La Legge 8 Marzo 2000 - n° 53 “disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città” gestisce in modo rivoluzionario tre importanti parametri che colpiscono tutti i cittadini:

  • Congedi parentali, familiari e formativi.
  • Flessibilità di orario.
  • Tempi delle città.
  • Per ognuno dei tre ambiti sono previste risorse “promuovere un equilibrio tra i tempi di lavoro, di cura, di formazione e di relazione”.

    Esempio - Progettare un nuovo modello organizzativo e produttivo integrando nuove funzionalità tra i diversi generi (addetti maschili e femminili), le esigenze di condivisione del tempo privato eslusivamente dal punto di vista familiare e lavorativo, e soprattutto gli obiettivi richiesti dall'azienda con quelli di ogni singola persona.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Conciliazione all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come irrinunciabile in qualsiasi tipologia di attività imprenditoriale.

    Torna SU

    11 - Brevetti

    Il settore Brevetti è stato inserito nelle potenzialità di opzione di progettazione perchè sostanzialmente può rappresentare un inevitabile passaggio nella protezione della paternità e dei diritti su tutto ciò possa rappresentare ingegno o proprietà intellettuale, da inserire in un Intervento Formativo Integrato.

    La competenza qui messa in gioco non va però confusa con le reali procedure e conoscenze necessarie per redigere il progetto e renderlo attivo a livello nazionale, europeo e/o internazionale.

    I parametri qui messi in gioco a grandi linee possono essere i seguenti:

  • Definizione di un progetto e della relativa presentazione per la trasformazione alla redazione del brevetto.
  • Valutazione della convenienza nel coinvolgere processi di Ricerca & Sviluppo esterni alla trasformazione del proprio progetto.
  • Analisi di resa commerciale ed economica.
  • Analisi di gestione imprenditoriale.
  • Esempio - Accompagnare la strada che parte dall'idea alla registrazione del brevetto, con relativa gestione della capitalizzazione correlata, supportando coloro che altrimenti non avrebbero le possibilità di arrivare a mettere in produzione la propria idea di progetto.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Brevetti all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come irrinunciabile in qualsiasi tipologia di attività imprenditoriale.

    Torna SU

    12 - Ricerca Scientifica

    Possono esistere diverse "interpretazioni" di questo binomo di termini "Ricerca" e "Scientifica", solitamente compresa in modo totalmente "asettico da laboratorio" sottostante le rigide regole del mondo degli "uomini di scenza", dove tutto deve essere riproducibile e tangibilmente riconosciuto. Questo porta nel mondo del comune immaginario collettivo a difficili riscontri nel mondo imprenditoriale, dove difficilmente sono disponibili capitali e infrastrutture sufficienti e altamente selettive.

    In questi ultimi due decenni si sono definiti "nuovi percorsi" in grado di garantire anche ad una piccola azienda l'accessi al mondo della "Ricerca Scientifica", perseguendo queste semplici linee guida:

  • aderenza potenziale ai brevetti ed alle proprietà intellettuale,
  • interazione con il mondo universitario,
  • interazione con il mondo della ricerca,
  • partenariato con il mondo imprenditoriale produttivo,
  • partenariato con il mondo pubblico e delle istituzioni per il patrocinio,
  • partenariato con il mondo privato degli sponsor.
  • Esempio - Ripensare il proprio modello strategico aziendale integrando la ricerca, supportata dalla collaborazione universitaria, ai propri processi produttivi e commerciali.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Ricerca Scientifica all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come irrinunciabile in qualsiasi tipologia di attività imprenditoriale.

    Torna SU

    13 - Nuova Imprenditoria

    Questo settore Nuova Imprenditoria è importante non solo per chi ha una giovane età e vuole iniziare da zero una nuova attività imprenditoriale, ma anche per tutti coloro che (verificandone la condizione) vogliono dar vita ad una nuova attività pur avendone già almeno una già costituita.

    I sotto-settori di competenza per la costituzione di una nuova attività, in generale possono essere gestiti dalle seguenti condizioni:

  • intervallo di età per i beneficiari,
  • limitazione al solo genere femminile,
  • limitazione ad un territorio o area geografica,
  • limitazione ad un settore di mercato.
  • Esempio - Gemellaggio di una nuova costituzione d'impresa nel settore delle alte tecnologie ad un'azienda esistente con funzione di partner operativo (con funzione anche di fornitore esclusivo) e sponsor d'immagine.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Nuova Imprenditoria all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come irrinunciabile in qualsiasi tipologia di attività imprenditoriale.

    Torna SU

    14 - Commercio-Elettronico

    Il Commercio Elettronico è ovviamente abbinato alla disponibilità di una connessione ai servizi internet, così come non si distigue quale possa essere il settore commerciale (prodotti / servizi) e per quale confine geografico o per quale tipologia di utenza o acquirente o consumatore.

    Alcuni dati significativi dal Rapporto e-commerce in Italia Aprile 2014 Casaleggio Associati:

  • La popolazione italiana nel 2013 connessa a internet ha raggiunto l'82%.
  • Almeno 15 milioni di famiglie possono accedere al mondo online.
  • Il 47% della popolazione accede da uno smartphone e il 15% da un tablet.
  • Tutti i dati del 2013 sono in crescite per il 2014.
  • Si prevede una crescita del 30% di nuovi cibernauti nel 2014.
  • Si prevede una crescita del 150% di nuovi cibernauti tramite un tablet nel 2014.
  • Esempio - Traformazione di un'attività commerciale precedentemente svolta solo sul mondo reale, in una dove la dimensione online possa realizzare una funzionalità sia complementare che esclusiva.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Commercio-Elettronico all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come irrinunciabile in qualsiasi tipologia di attività imprenditoriale, visto la dilagante applicazione tecnologica in ogni progetto.

    Torna SU

    15 - Economia Interculturale

    Prima di analizzare il binomio Economia unito a Interculturale, vorrei precisare per far comprendere quale significato strategico do a questo settore, la differenza tra "Intercultura" e "Multicultura". Per semplificare si può dire che, mentre il primo è finalizzato a sviluppare non un'integrazione dei valori (obiettivo minacciato da grandi rischi su chi viene integrato, come e verso quali altri valori e di chi) ma un'interscambio comprendendo e valorizzando le inevitabili ed auspicabili differenze, il secondo è orientato a identificare quali sono le culture di riferimento per poterle distinguere separatamente ed in modo distinto.

    L'abbinamento del termine "Economia" a quello "Interculturale" identifica obiettivi in grado di generare risultati economici fra organizzazioni formate da membri di differenti culture. C'è da precisare che, nello specifico, tutte le persone abbiamo vissuti e trascorsi di differenti contaminazioni culturali. In questo caso il significato di "Cultura" è abbinato alle origini territoriali, familiari, istruttive e religiose, quindi non solo economiche.

    Purtroppo questo settore porta subito alla ribalta le grandi problematiche subite soprattutto nel nostro paese dovute ad una cattiva gestione politica sia europea che italiana. Questo però non deve assolutamente confondere la reale possibilità di poter creare economie convenienti non solo fra diversi paesi, ma soprattutto fra diversi lavoratori di cultura internazionale differente.

    Gli ambiti in cui potenzialmente è possibile creare progetti imprenditoriali azionati direttamente dalla formazione integrata sono i seguenti:

  • Formazione.
  • Ricerca & Sviluppo.
  • Produzione.
  • Commercializzazione.
  • Esempio - Progetto di cucina interculturale con assistenza alla preparazione delle ricette originali e popolari e all'organizzazione di eventi.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Economia Interculturale all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come irrinunciabile in qualsiasi tipologia di attività imprenditoriale.

    Torna SU

    16 - Innovazione Tecnologica

    Secondo alcuni il settore Innovazione Tecnologica è quello a maggior impatto ed interesse a livello internazionale, anche nel nostro paese, per qualsiasi settore applicativo.

    "L'Innovazione è una attività di pensiero che, elevando il livello di conoscenza attuale, perfeziona un processo o propone una nuova soluzione migliorando quindi il tenore di vita dell’uomo ed il rapporto con l’ambiente che lo circonda. Innovazione è cambiamento che genera progresso ; porta con sé valori e risultati positivi, mai negativi. Il cambiamento che porta peggioramento delle condizioni non è innovazione: è regresso. - (Wikipedia.org)"

    Personalmente tendo a distinguere l'innovazione di valore da quella strettamente tecnologica. La prima non è abbinata direttamente e strettamente alla tecnologia, focalizzandosi quindi sulla generazione di valore aggiunto. La seconda è abbinata direttamente ed esclusivamente a ciò che solo tramite l'utilizzo del dispositivo o oggetto tecnologico il beneficiario può percepire a suo favore. La prima è molto più permanente, la seconda subisce facilmente gli effetti dell'obsolescenza tecnologica.

    Genericamente parlando l'integrazione di questo settore in un progetto comporta il coinvolgimento di uno o più di questi ambiti applicativi:

  • Applicazione software.
  • Dispositivi hardware.
  • Applicazioni Online.
  • Modelli di progettazione e produzione.
  • Modelli concettuali e di analisi.
  • Strumenti e attrezzature.
  • Esempio - Nuovo framework per la progettazione di "Oggetti di Sapere" quali elementi elementari di conoscenza in una piattaforma integrata di e-Learning & Knowledge Management.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Innovazione Tecnologica all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come irrinunciabile in qualsiasi tipologia di attività imprenditoriale.

    Torna SU

    17 - Cultura & Beni Culturali

    Con il nuovo decreto “Art Bonus” - (decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83) recante disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo, si presenta un contenuto articolato ma sostanzialmente omogeneo e introduce strumenti concreti ed operativi per sostenere il patrimonio culturale e rilanciare il settore turistico, un comparto strategico, che possiede delle enormi potenzialità di crescita e che può dare un contributo fondamentale per lo sviluppo economico ed il lavoro.

  • Art Bonus: sistema di facilitazione di erogazione libere (donazioni) che devono perseguire i seguenti scopi: interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici.
  • Benefici Fiscali: dal cinema agli spettacoli dal vivo.
  • Turismo: digitalizzazione e ristrutturazione degli esercizi turistici
  • Esempio - Progettazione di nuove inziative imprenditoriali integrate a nuovi partner appartenenti al settore dello spettacolo.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Cultura & Beni Culturali all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come quello più significativo per il nostro amato paese, visto che abbiamo l'onere e l'onore di gestire oltre il 60% dei beni culturali e artistici dell'umanità.

    Torna SU

    18 - Sviluppo Crescita Sostenibile

    A differenza del settore 05 - Ambiente e Sostenibilità focalizzato nel non "Scaricare" sull'ambiente interno ed esterno dell'azienda gli effetti e l'impatto del mantenimento dei propri processi e attività, questo settore Sviluppo Crescita Sostenibile si concentra su come raggiungere questo obiettivo da una posizione di partenza, o ancor peggio da quella esistente (sittuazione iniziale) in cui un'azienda esistente si ritrova dopo anni di gestione non finalizzata alla consapevolezza su scala locale e globale.

    Gli ambiti in cui la progettazione può agire sono i seguenti:

  • Progettazione Prodotti & Servizi.
  • Produzione Prodotti & Servizi.
  • Commercializzazione Prodotti & Servizi.
  • Esempio - Progettare non l'aumento della produzione ma della redditività e del valore aggiunto a pari valori, in linea ai maggiori standard internazionali e delle agenzie di rating sul bilancio di sostenibilità.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Sviluppo Crescita Sostenibile all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come irrinunciabile in qualsiasi tipologia di attività imprenditoriale.

    Torna SU

    19 - Diversamente Abili & Diritti Umani

    L'attenzione verso questi due grandi temi Diversamente Abili & Diritti Umani non dovrebbe essere incentivata, ma va da se che l'indicazione di provvedimento finalizzate a facilitare alle aziende iniziative anche nella propria organizzazione a favore di questi due importanti obiettivi non può che fare piacere.

    Lo studio progettuale, a grande linee, può riguardare le seguenti finalità:

  • Abbattimento barriere architettoniche.
  • Integrazione lavorativa e professionale di diversamente abili.
  • Integrazione di obiettivi riguardanti aspetti legati a valori interculturali.
  • Esempio - Creazione di una rete di telelavoratori per la gestione di servizi online a supporto di una rete commerciale e di soddisfazione e fidelizzazione dei clienti finali.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Diversamente Abili & Diritti Umani all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, considerando questo settore come irrinunciabile in qualsiasi tipologia di attività imprenditoriale.

    Torna SU

    20 - Raccolta Fondi (Cause Related Marketing)

    Il Cause Related Marketing denominato anche "Marketing Sociale", è ormai maturo e sufficientemente applicato specie nelle grandi aziende e promozionato dai media. La sua funzione è quella di unire agli obiettivi imprenditoriali "Profit" quelli "No Profit". Solitamente il modello standar applicato sceglie sempre obettivi di grandi dimensioni ed importanza, sul fronte della riceca, sanità, diritti umani e nella realizzazione di importanti infrastrutture ad alto impatto economico e sociale.

    Secondo gli studi di Philip Kotler, il "Marketing Sociale" può definirsi come l'utilizzo delle strategie e delle tecniche del marketing per influenzare un gruppo target ad accettare, modificare o abbandonare un comportamento in modo volontario, al fine di ottenere un vantaggio per i singoli individui o la società nel suo complesso. (Wikipedia.org)

    E' l'azienda No Profit a scegliere l'obiettivo, definire il progetto di massima e coinvolgere nell'azione le grandi aziende, evidenziando loro le possibili convenienze fiscali, economiche e d'immagine.

    Un estratto delle normative coinvolte:

  • "+ DAI – VERSI - (DL 35/05 art. 14 convertito in legge 80/05)":
  • "Risoluzione n. 356 del 14 novembre 2002": L'Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti in materia di deducibilità dalle imposte sui redditi e dall'Irap delle spese sostenute in dipendenza di un particolare contratto di sponsorizzazione basato sull'innovativa tecnica di marketing commerciale denominata "cause related marketing" consistente "nella valorizzazione di un marchio o nel lanciare un prodotto destinando risorse predeterminate o percentuali di ricavi al restauro di un'opera d'arte o al finanziamento di una struttura pubblica o ancora nell'abbinare il proprio marchio ad un'iniziativa di solidarietà sociale o ad un progetto di interesse collettivo". - (studiofortunato.net)
  • Esempio - Verificandone la fattibilità (livelli di difficoltà, conoscenza e strumentazione) promuovere Commesse di lavoro per la produzione di prodotti / servizi con operatori non professionisti coordinati da un capo-commessa professionista, al fine di garantire ingresso al lavoro a lavoratori e studenti non altrimenti convolti nell'opportunità.

    La mia personale interpretazione è di facilitare l'azienda a utilizzare i fattori riservati al Raccolta Fondi (Cause Related Marketing) all'interno dei propri progetti di Interventi Formativi Integrati, progettando un diverso modello con categorie sempre a scopo sociale ma di diversa natura, obiettivi prossimali, tangibili e facilmente riscontrabile dalla gente, interventi a favore di piccole aziende tutte in rete fra loro, pubblicare gli esiti a favore del beneficiario (volendo anche pseudo-anonimo) sui social e sul web.

    Torna SU

     

    Dal mio personale punto di vista è solo l'abilità ed il talento intuitivo e programmatico da "Cabina di Regia" del "Designer del Progetto o del Business" a selezionare quali e quanti di queste classificazioni riunire nello stesso progetto e come correlarle fra loro nei Percorsi di proprio interesse!

    Voi cosa ne pensate ... può la mia riflessione trovare anche la vostra personale approvazione?

    Adattato da Stefano Todaro